sabato 18 luglio 2015

La battaglia di Vinzaglio



Scenario di gioco ispirato alla battaglia di Vinzaglio (30 maggio 1859), nel corso delle operazioni piemontesi ad est della Sesia.
Storicamente la 3a Divisione piemontese, Gen. Durando, non incontrò quasi resistenza e conquistò il paese con uno scontro di un paio d’ore, impegnando solo un battaglione bersaglieri (il 10°) e due battaglioni di linea (della brigata Cuneo); gli austriaci non erano che alcune compagnie di avamposto (jager e fanteria) ed una sezione di artiglieria (2 pezzi).
In questo scenario le truppe austriache sono state aumentate, per rendere competitivo il combattimento.

TERRENO DI GIOCO
Il campo di battaglia è un’area di 180x120cm (3 pannelli 120x60cm affiancati).
Il terreno è interamente pianeggiante, con campi e risaie (di puro significato estetico).
Davanti a Vinzaglio passa il Cavo del Lago (che confluisce nella Roggia Gamara di Palestro), corso d’acqua guadabile con sponde spoglie. Lo spazio tra Vinzaglio e il Cavo del Lago è di 8cm (consente di schierare una colonna d’assalto).
Le siepi sono trattate come ostacoli lineari, il paese è un paese piccolo, le aree alberate sono a vegetazione rada.


ORDINI DI BATTAGLIA

Austriaci [14 unità ]
  • 1a Brigata [7 unità]
    • 4 fanterie di linea, 1 jager, 1 batteria di artiglieria, 1 comando
  • 2a Brigata [7 unità]
    • 4 fanterie di linea, 1 jager, 1 batteria di artiglieria, 1 comando
Piemontesi [19 unità]
  • 7° Reggimento (Brigata Cuneo) [5 unità] 
    • 3 fanterie di linea, 1 bersaglieri (10°), 1 comando
  • 8° Reggimento (Brigata Cuneo) [5 unità] 
    • 3 fanterie di linea, 1 batteria di artiglieria, 1 comando
  • 13° Reggimento (Brigata Pinerolo) [5 unità] 
    • 3 fanterie di linea, 1 bersaglieri (2°), 1 comando
  • 14° Reggimento (Brigata Pinerolo) [4 unità] 
    • 1 fanterie di linea, 1 batteria di artiglieria, 1 cavalleria (indipendente), 1 comando

PIAZZAMENTO
Austriaci (piazzano per primi, muovono per secondi).
Tutte le unità vengono piazzate ad est del Cavo del Lago, tranne gli jager che possono essere piazzati ad ovest di questo, ma entro 10’’.
Piemontesi (piazzano per secondi, muovono per primi).
7° e 8° reggimento ovunque nel settore 1.
13° e 14° in fila, in colonna di marcia, adiacenti alla strada, nella porzione ovest del settore 1.

LO SCENARIO
Durata: 12 turni, i piemontesi muovono per primi.
Regola di scenario: al 1° turno tutte le unità sono attive (sia piemontesi che austriaci).
Regole opzionali: "unità indipendenti" (unità speciali), "distaccamenti e gruppi".

CONDIZIONI DI VITTORIA
I Piemontesi devono sloggiare gli austriaci da Vinzaglio e dal boschetto adiacente.
Gli austriaci devono impedirlo.

VARIANTE RIDOTTA
Nel caso non si disponga di tutte le miniature diponibili lo scenario può essere ridotto della metà: per gli austriaci usare solo la 1a brigata, per i piemontesi solo i due reggimenti (7° e 8°) della brigata Cuneo.

Nessun commento:

Posta un commento